dal 21 novembre: Arte e salute Ragazzi “Il pifferaio di Hamelin”

28 ottobre 2021

Arte e salute Ragazzi e La Baracca Testoni Ragazzi
in collaborazione con il Dipartimento di salute Mentale dell’Azienda USL di Bologna

IL PIFFERAIO DI HAMELIN

regia Valeria Frabetti e Daniela Micioni

autore Valeria Frabetti

con gli attori e le attrici di Arte e Salute Ragazzi Stefano Cittadino, Simone Laterza, Davide Mezzaqui, Elisa Pedretti, Marco Russo

luci Giada Ciccolini

costumi Tanja Eick

scenografie oggetti di scena di Tanja Eick

collaborazione al movimento di Andra Burcă

 

Il Pifferaio di Hamelin ci ha portati a indagare una storia misteriosa legata a un’antica leggenda che narra di una città, di un’invasione di topi, di un pifferaio e di 130 bambini scomparsi.
Una leggenda che affonda le proprie radici in un evento storico.

C’è un’iscrizione affissa al muro di una casa della città di Hamelin, risalente al 1600 circa: «Anno 1284, nel giorno di San Giovanni e Paolo, il 26 giugno, un pifferaio con abiti variopinti adescò 130 bambini nati ad Hamelin che furono persi al calvario del Koppen».

Ad Hamelin, ancora adesso, c’è il divieto di suonare musica in Bungelosenstraße (letteralmente “via senza tamburi”). Anche i cortei in festa che vi arrivano cessano immediatamente ogni suono. Ma cosa è successo ai bambini di Hamelin? Con chi sono andati via? Dove si sono diretti? E perché hanno lasciato le loro famiglie?

Quella del Pifferaio di Hamelin è anche una metafora di quei bambini in fuga, scomparsi, evacuati, portati via dalle loro case e dalle loro origini, nel susseguirsi della Storia.

Lo spettacolo vuole raccontare la storia del Pifferaio mescolando realtà e fiaba, entrando e uscendo dalle vicende narrate, e al tempo stesso vuole parlare dei diritti troppo spesso negati dei bambini e delle bambine.

ETÀ 6-10 ANNI

Scheda spettacolo

Domenica 21 novembre, ore 16.30.

lunedì 22, martedì 23 e mercoledì 24 novembre ore 10.00. SCUOLE PRIMARIE

Presso:
Teatro Testoni Ragazzi, Sala A,
Via Matteotti 16
Bologna (BO)

Con il contributo di
marchio_RER_2009

 

Lascia un commento




*